mercoledì 11 marzo 2020

Alessandra Marconato


Buongiorno carissimi amici lettori e scrittori. Come state? Io sono finalmente quasi giunta al termine delle cure benedette (devo ancora fare tre fottutissime iniezioni, ho iniziato lo scorso lunedì). Detto questo voi come passate il tempo a casa? Io da stamattina ho iniziato a fare le lezioni online… Mi manca la scuola, mi mancano le grida, il rumore… mi manca il contatto umano. Detto ciò vi lascio una nuova intervista. Oggi vi presento Alessandra Marconato. Buona lettura a tutti voi.


BIOGRAFIA: Laureata in Filosofia presso l’Università degli Studi di Padova, si occupa di coaching e formazione. È Amministratore di Settantotto srl e Direttore Responsabile della rivista professionale trimestrale 78PAGINE per il coaching, la formazione e la narrazione. La filosofia, il disegno e la scrittura sono passioni costanti nella sua vita. È autrice di articoli dedicati al coaching e alla formazione. Ha pubblicato i libri La foresta delle illusioni e L’uccellino giallo, editi da PersoneDiParola – Isola Editrice. I due libri sono delle favole scritte per i grandi (e non solo). L’idea da cui nascono i libri è di trasferire le conoscenze ed esperienze dell’autrice in un contesto fiabesco, arricchito da metafore e colorato da disegni. Il disegno di copertina dei libri e le illustrazioni, che si trovano all’interno, sono opera della stessa autrice. Nel 2020 ha pubblicato una piccola raccolta di racconti nel libro Più in là del là edito da 78EDIZIONI.

Adesso via alle domande!
CHIARA: Come è nata l’idea per questo libro?
ALESSANDRA: Il libro ha una genesi diversa rispetto ai precedenti due libri. La rivista che dirigo, 78PAGINE, ha una newsletter. Qualche mese fa, stavo cercando dei contenuti che potessero essere interessanti per i lettori della rivista, che ricevono anche la newsletter. Mi è balenata l’idea di scrivere un racconto per ogni tema della rivista 78PAGINE, in uscita nel 2019. Sono nati così i Visione, Scelta, L’ombra di libertà e Responsabilità. Ho scritto Intelligenza come brano di apertura di un
importante convengo e Parola perché sono stata “stuzzicata”. A novembre, poi, è stata presa la decisione di mettere insieme i racconti e di pubblicare il libro e inviarlo in omaggio agli abbonati della rivista 78PAGINE.
CHIARA: Hai qualche autore che ti ha ispirata?
ALESSANDRA: Conan Doyle e Steven King, come altri autori, hanno scritto racconti e romanzi pubblicati a puntate. È una cosa meno frequente ora, però ho pensato che si potesse ben adattare a una newsletter legata a una rivista, che tratta anche di narrazione oltre che di coaching e formazione. Adoro, poi, Favola d’amore di Hermann Hesse e tutti i libri “piccini”.
CHIARA: Come mai hai iniziato a dirigere una nuova rivista?
ALESSANDRA: Se mi chiedi quando è nata esattamente l’idea, non lo ricordo. Ti posso dire che ho iniziato a pensare un bel po’ di tempo fa che in Italia mancasse una rivista di settore, che riuscisse a unire più ambiti. Mancava anche una rivista che desse voce a persone veramente brave, professionali, competenti che, spesso, lavorano in ombra. Volevo una rivista che potesse dare voce a queste persone e fosse di ampio respiro, comprendendo anche la narrazione artistica. Questo desiderio è diventato realtà parlandone con Nicola Corsano, aprendo una società e diventando, poi, a tutti gli effetti anche editori.
CHIARA: Cosa provi nel vedere che i tuoi lavori sono molto apprezzati?
ALESSANDRA: Rimango sempre estremamente stupita! Leggo i commenti, sento l’opinione delle persone e comincio a scuotere la testa, incredula.
CHIARA: Un augurio agli aspiranti scrittori.
ALESSANDRA: L’augurio è di trovare il “libro perfetto”. Ogni scrittore ne ha uno, il guaio è riuscire a scriverlo!
CHIARA: Il titolo del libro è tutto un programma: puoi dire da dove sia nata la scelta?
ALESSANDRA: Vedere più in là del là per me è il vero concetto di visione, di cui spesso si parla senza padroneggiare il significato … A me piace cercare di capire cosa c’è più in là ed è per questo motivo che il libro ha questo titolo.
CHIARA: Tu ti senti più lo Scrittore oppure l’Uccellino?
ALESSANDRA: Sono lo Scrittore e l’Uccellino allo stesso tempo. A volte, sono anche un po’ l’orchidea nello studio dello Scrittore …
CHIARA: Come hai fatto a selezionare quelle parole? Esse sono suggestive ed evocative allo stesso tempo.
ALESSANDRA: Ho una fortuna. Se inizio con un C’era una volta e ho un po’ di ispirazione le parole fluiscono e molto spesso non ricordo ciò che ho scritto.
CHIARA: Qual è la parola che attualmente ti rappresenta meglio?
ALESSANDRA: So chi leggerà questa intervista e, quindi, non baro … navigo tra talento e intelligenza e navigo a vista!
CHIARA: Ci saranno altri libri prossimamente?
ALESSANDRA: Ci saranno le pubblicazioni che usciranno per 78EDIZIONI a breve. Saranno libri di altri, che sento un po’ miei. Da autore so cosa vuol dire pubblicare un libro e, per questo, ho cura dei libri di altri! Per quanto riguarda me, c’è un libro che vuole essere pubblicato … devo solo trovare il coraggio di farlo!
Ed eccoci giunti al termine di questa chiaccherata. Grazie di cuore ad Alessandra per la disponibilità e il tempo che mi ha dedicato. Ora stavo pensando a qualche cosa da fare per tutti noi, in questi giorni che io definisco surreali.
Alla prossima avventura.

Kicca

Nessun commento:

Posta un commento

Andrea Bes

Hello carissimi amici. Come state? Io abbastanza bene dai, non mi lamento. Il tempo sembra non essere mai dalla propria parte. In questo per...